Il ministro del lavoro Poletti alla fine confessa

morra

Il ministro del lavoro Poletti alla fine confessa: “Ci siamo sbagliati sui dati”.Ops, avevano “dimenticato” 1,3 milioni di contratti di lavoro cessati: quisquilie, bazzecole, commenterebbe Totò! 1,3 milioni di posti di lavoro cosa vuoi che siano per chi non sa cosa significhi non aver altro reddito se non quello che si ottiene appunto dal lavoro!
Siamo noi “gufi” o siete voi “volpi” che però son state beccate in flagrante?
Persone e non numeri, lavoratori e non statistiche. A qualcuno piace usare la propaganda come si faceva durante il regime. Vi ricordate che l’Ue bacchettò la Grecia per aver truccato le statistiche? E se stesse facendo lo stesso Poletti, se non si trattasse di un errore, ma di una scelta? Una smentita avrà sempre meno visibilità di una notizia eclatante, come quella falsa sulla ripresa del mondo del lavoro.
E come al solito chi sbaglia non paga. Continuiamo ad essere lo zimbello del mondo intero, non bastavano i Casamonica di questi giorni.
Renzi dice che quello che ha fregato l’Italia sono stati vent’anni di berlusconismo? Mi pare che lo stile nel manipolare la realtà sia lo stesso!

Nicola Morra

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.

TOP
Sign up for our Newsletter
Subscribe!